Regolamento interno - Art. 21 - APSER
15953
page-template-default,page,page-id-15953,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Regolamento interno – Art. 21


Art. 21 – Commissione Tecnico-Scientifica

 

Art. 21.A Fatto salvo quanto espresso dallo Statuto, il Presidente della Commissione Tecnico-Scientifica avrà il compito di coadiuvare la commissione nelle attività e fare da tramite nelle decisioni tra Consiglio Direttivo e Commissione.

 

Art. 21.B Alle riunioni della Commissione Tecnico-Scientifica possono partecipare, su mandato del Presidente o dei membri della Commissione, anche Altri Aderenti e Onorari con competenza di merito, in qualità di uditori, ed esprimere pareri non vincolanti.


Art. 21.C
Allo scopo di valutare e monitorare gli Associati nella formazione permanente, la Commissione Tecnico-Scientifica potrà avvalersi di tutor opportunamente istruiti o del parere degli insegnanti.


Art. 21.D
I compiti della Commissione Tecnico Scientifica sono:

1. valutare e determina la qualità e la validità e la modalità della formazione permanente da proporre agli Associati;

2. valutare qualità, conoscenza e competenza tecnica degli Associati e dei tutor;

3. valutare qualità, conoscenza e competenza didattica e tecnica e degli istruttori in materia di SER e deliberare in merito alla loro incarico ai fini della formazione permanente agli Associati;

4. monitorare e supervisionare l’aggiornamento professionale degli Associati e degli insegnanti;

5. determinare e valutare i requisiti richiesti agli aspiranti Associati;

6. valutare le iniziative proposte dal Consiglio Direttivo e dall’Assemblea in materia di formazione, ricerca, eventi e progetti di SER e tecniche complementari;

7. ricercare e proporre agli Associati gli aggiornamenti tecnico-scientifici in materia di SER e delle tecniche ad esso correlate;

8. ricercare, supervisionare ed approvare i protocolli, i programmi ed i progetti in materia di SER e tecniche complementari e correlate, anche proposti da Collaboratori terzi;

9. definire appositi indicatori di qualità, abilità, conoscenza e competenza per monitorare l’avanzamento degli obiettivi delle attività formative;

10. valutare la sussistenza in capo all’Associato della permanenza dei requisiti ai fini della corretta applicazione del SER e proporre soluzioni di continuità all’elevazione degli standard professionali qualitativi.


21.E
La Commissione Tecnico-Scientifica si attiva su propria iniziativa o su richiesta del Consiglio Direttivo e con esso collabora per programmare e gestire l’attività di formazione permanente e l’arricchimento culturale degli Associati.


21.F
La Commissione Tecnico-Scientifica può procedere a verifiche per valutare e garantire la corretta applicazione del SER da parte degli Associati verso terzi e, conseguentemente alle verifiche attuate, può demandare al Collegio dei Probiviri, la possibilità di applicare e comminare sanzioni.